A.T.O.M.I.

Cerca

Vai ai contenuti

A.T.O.M.I. news n° 17




La forza dell'acqua



di
Doriana Paolacci



L’acqua H2O, elemento semplice che ritroviamo in ogni angolo della nostra vita.
Principale costituente che si pone all’origine di ogni forma biologica, possiede la triplicità dello stato, liquido, gassoso, solido, a seconda delle temperature che incontra.
L’elemento sacro, ritenuto un dono divino, accompagna tutta la vita dell’uomo, sostanza fluida, prende la forma del suo contenitore, dal grembo materno al vaso, dal mare al più piccolo fiumiciattolo, ricopre la terra .
L’essere umano da sempre ne riconosce l’utilità e la necessaria convivenza, le religioni tutte ne riconoscono la sacralità che da essa genera, capace di portare benessere ed energia cosmica a noi esseri viventi. Già gli sciamani, che da sempre rispettano la natura e la riconoscono come madre suprema del vivere, sapevano che l’acqua riusciva a caricarsi di energie provenienti dal cosmo, la usavano in modo semplice per le sue proprietà energetiche.

Finalmente è stata
riconosciuta scientificamente “la memoria dell’acqua”, la capacità unica di registrare, copiare e riprodurre informazioni.
Si comporta come un registratore o come uno specchio, imitando, riproducendo, registrando e replicando informazioni che arrivano alla sua forza.
Il primo tra i grandi che sperimentò questo fu il
dottor Jacques Benveniste, che aveva fatto reagire un’alta diluizione omeopatica di un antigene anti-IgE con globuli bianchi (granulociti basofili) che avevano risposto formando istamina, non stimolati dalla sostanza ma dal ricordo di questa contenuto nell’acqua. Tutto questo lo pubblicò su una rivista scientifica “Nature”, venne sconfessato ed accusato di falsità, venne messo al bando, ed iniziò un vero calvario, perseguitato e isolato dal mondo scientifico, fino alla sua morte nel 2004.

Il 23 e 24 marzo 2012, abbiamo partecipato ad un convegno molto importante, il I° CONGRESSO INTERNAZIONALE DI MEDICINA INTEGRATA, e sabato il prof. L
uc Montagnier ha presentato in modo ufficiale le sue scoperte ed ha parlato dell’acqua, esponendo “ Les ondes èlectromagnètiques gènerèes par l’ADN en hautes dilutions”, premio Nobel nel 2008 per la scoperta del virus responsabile dell’HIV, da diverso tempo stava studiando la capacità dell’acqua e di utilizzare queste capacità in ambito medico.
Egli ha misurato una nuova proprietà del Dna: la capacità di alcune sequenze di Dna batterico di indurre onde elettromagnetiche in soluzioni acquose altamente diluite.
Tutto è cominciato
nel 2005 con una osservazione di come una coltura di virus lasciata in laboratorio sia stata ritrovata, come frequenze, in una provetta di acqua dimenticata lì a fianco.
Da allora a oggi, il prof. Montagnier collabora con 2 fisici quantistici italiani (del Giudice e Vitiello) di fama internazionale che hanno elaborato lo schema dell’esperimento che ha dimostrato,come loro affermano, l’esistenza di ciò che era sotto gli occhi di tutti ma che nessuno vedeva.
E’ stato dimostrato che è possibile trasferire informazioni, di qualsiasi tipo, da una parte all’altra di un laboratorio, di un pianeta e di un universo ... l’importante è che ci sia acqua.
Il grande professor Montagnier ha candidamente confermato che le sue ricerche sono legate agli studi fatti dal ricercatore Jacques Benveniste, a torto incompreso e ridicolizzato.

Come spesso accade la scienza e la medicina non riconoscono le capacità di uomini illuminati, che vanno oltre quello che momentaneamente può essere dimostrato.
Le meraviglie dell’acqua, quella che beviamo, l’acqua che è alla base di ogni forma di vita, l’acqua che diviene veicolo di energia, l’acqua che non scorre mai in modo lineare ma seguendo un movimento a spirale.
Finalmente viene riconosciuto il potere terapeutico dell’acqua, l’acqua che cura, che sarà alla base della medicina futura, e come ha detto il premio Nobel Montagnier “ riscriveremo la medicina del futuro”.

Spero di avervi incuriosito per spingervi sempre di più nella conoscenza anche senza riscontro scientifico, a volte la fantasia precorre la scienza.

Perdete l’abitudine di ritenere come falso ciò che ignorate e non continuate a limitare le vostre conoscienze


Vannier


Auguro a tutti un bagno rigenerante in acqua di fonte carica di frequenze illuminanti!

Doriana


P.S.: vi consiglio di vedere il filmato tratto dal programma Voyager del 26-marzo-2012, qui o sul nostro canale youtube atomitodi





Torna ai contenuti | Torna al menu